Étiquettes

, , , , ,

Reggae
Dub
Dancehall

Warm up:
Pamoja 

At Di Controls:
Black Mamba X
(hot vybez specialist)

on the mic:
K-Smile,
conscious warrior outta Senegal

Stone aka big fyah
original singjay outta Palermo
(New album « chiddu chi fazzu » out now)

Vi aspettiamo numerosi

Circolo Matonge:
Luogo di incontro di culture e di gente, laboratorio di musica, teatro.
per la Giustizia, Solidarieta, Cultura, Pace.

Come Arrivare:
Da via venezia alla rotonda prendere la 3 uscita in via Burla in direzione Mezzani, il locale si trova alla prossima rotonda (tra IKEA e Barilla).

BIOGRAFIA


STONE aka Bigfyah

Si inserisce tra i più giovani e talentuosi singers della scena Reggae siciliana. Palermitano ormai da anni residente a Parma, città nella quale avrà inizio, nel 2007, la stretta collaborazione con il molisano Junior Lucio (Pampanella Sound System) che darà vita al progetto Vibe2toeS, letteralmente “la vibrazione alle dita dei piedi”, identificando, così, un sound prettamente underground ed innovativo, di forte impatto, legato alle attitudini dei due e alla miscela esplosiva dei rispettivi flow.

Il loro primo lavoro autoprodotto è “Beliva da E.P.”, da cui il singolo “I’m a Beliva” che riscuote parecchio successo nell’underground Reggae italiano. A seguito di numerosi live show, che li vedrà protagonisti nelle più svariate “line up” in tutta la penisola, e che li porterà così a collaborare, on stage, con artisti come il veterano Zù Luciano, Ras Pepy, Panù, Marcello Coleman, Lu Marra, Michelino, Mama Marjas, Lion D, Freddy G, Miss Linda, Bebe Brown, Boomdabash, Killacat&Gioman, Zuli, Nico Royale, Sistah Kinky, Josef Tangoor, Rankin Lele, Papa Leu, ritornano in studio nel 2009 dando vita ad un nuovo album dall’ironico titolo “Permettete questo Ballo?”

. Il lavoro è articolato e propone l’alternanza di riddims Dancehall/New Roots giamaicani a quelli di produzione propria, intervallati da piacevoli interludi. A coronare il tutto il featuring col grande Zù Luciano nel brano“Sud/Nord”. Meno di due anni più tardi, in cui il progetto Vibe2toeS continua a portare in giro per l’Italia un live ricco di vibrazioni positive, Stone si dedica alla realizzazione del suo primo lavoro solista, dal titolo “Chiddu chi Fazzu”, esplicativo dello slancio con cui l’artista porta avanti la sua continua ricerca di nuove tecniche ed immagini. Un viaggio del tutto innovativo, che porta con sé la collaborazione di riddim makers italiani, fedelmente underground, ed include featurings di spicco come quello dell’mc cremonese Febbo nel brano “I Just Feel” e del noto singer torinese Zuli in compartecipazione con la giovane cantante Giulia Sarno (Une Passante) in “Mai Saprai”. La produzione dell’album è targata Valnurians/Amekasa Studio.

BLACKMAMBA X

Il suo nickname richiama all’amore per il groove che caratterizza la black music, allo stile aggressivo e tagliente, all’approccio militante che contraddistingue il suo impegno nel proporre la musica al pubblico e all’influenza del pensiero di leaders nella lotta per i diritti umani, soprattutto Malcolm X.

Classe 1978 , Tricarico Giovanni è cresciuto in un paese del foggiano alle pendici del Gargano, S. Nicandro. Qui, folgorato nel ’91 dal rap di Public Enemy, Krs 1, Ice T e NWA, inizia lentamente ad ascoltare quel poco che proviene da oltreoceano e che filtra nella sua piccola realtà attraverso sannicandresi emigrati in Germania, i quali gli parlano dell’impatto che l’ hip-hop e lo skateboarding stanno avendo sulla cultura giovanile suburbana delle città tedesche. Ma rimanere aggiornati sulla musica rimane arduo in quel contesto, e le forme di rapping che passano le radio sono in quel periodo soprattutto legate alla cosiddetta hip house. In questo contesto comincia a suonare e ad organizzare feste e serate in garages e campagne strettamente per amici e ragazzi del paese, che trovano in questo genere di party le sole opportunità di divertimento e di svago dalla vita monotona di provincia. Gli anni ’95-’96 sono anni cruciali nel consolidamento dell’Hip-Hop italiano presso un pubblico relativamente piu’ vasto: Articolo 31, Sottotono, O.T.R., Neffa, Kaos, Colle der Fomento… e poi i primi numeri di “Aelle” e le registrazioni in cassetta dei programmi di “One Two-One Two” su Radio Deejay, le fanze, le prime jams organizzate e l’irruenza di artisti che hanno ridisegnato per certi versi le dinamiche interne all’industria discografica e l’approccio all’Hip-Hop, come il Wu Tang Clan.

Alla fine degli anni ’90, trasferitosi a Parma per gli studi, porta avanti la sua conoscenza musicale entrando in contatto con le comunità africane e il tessuto multietnico cittadino, suonando black music nei clubs e nelle feste di quartiere e delle comunità. Gli orizzonti musicali includono già il reggae, il funk, l’electro attraverso l’approccio variegato insito nell’hip-hop e nella cultura del sampling: adesso approfondisce in modo definitivo e maniacale la conoscenza di tutti i generi musicali giamaicani e comincia a suonare attivamente nelle dancehalls, allargando costantemente la sua collezione di vinili con dischi introvabili presi nei mercatini in lungo e largo e che spaziano fino a comprendere acid jazz, afro, deep funk, soul, trip- hop, UK garage, hyperdub, sfiorando d ‘n b e jungle. Dal 2004 organizza dancehalls a Parma e ha condiviso il palco con sounds e cantanti provenienti da quasi tutte le regioni italiane e non solo. Nel 2008 riunisce in programma una schiera di oltre 20 sounds e singers provenienti da ogni parte d’Italia e dalla Capitanata, in un meeting illegale di 3 giorni , « Blood Legacy », totalmente autogestito, con il supporto esterno di Madakillah Sound di Termoli: Mado’ Che Crew e Zisco Fran con Zuli (To), Dynamite Sound (Al), Good Vybez (Cb), Sensi Star(Ge), Tsunami Movement e Sistah Kinky (Fi), Pampanella Squad (Termoli) e Vibe2Toes, Fire Burns (Br), Pushman (Fg), Shanti Crew (Molfetta), Veebrazion (Le), Shakalaka Sound (Pe), Nico Royale (Bo),Tangenziale Bridge e Phogna (Termoli), OLD Astrdlong, K9 e D-Fonk (Fg), ViestCoast e Microphone Killaz (Vieste), Meticci Combo (Manfredonia), Youth Warrior Sound (Sa), Bassi Gradassi (Ve) ed altri, in una cornice spettacolare su una spiaggia selvaggia del Gargano. Un appuntamento unico nel suo genere che, nonostante alcune defezioni, troverà presto degli sviluppi.
Le sue selezioni risentono normalmente di tutte le influenze sopra citate, ma non disdegna concederne di specifiche e « a tema », a seconda delle esigenze del pubblico. Attualmente sta ideando alcune serie di mixtapes destinati ad invadere il mercato underground, strettamente per un pubblico dai gusti esigenti. Inoltre si dedica allo studio di musicologia applicata, di fisica del suono, della musica orientale e del mantra yoga.

KEY SMILE

Italien SMILE-K, il cui vero nome Ismaila Ka è nato a Saint-Louis del Senegal (Africa occidentale), più precisamente sull’isola, il centro culturale francese. Abdullah Camara Share | A partire dalle strade della sua città natale, si recò sul podio concerto e la ricerca della conoscenza di gruppi musicali di mostrare il loro stadio demo. Quindi, la danza era la sua prima passione artistica. Secondo i suoi amici a prove e spettacoli, il virus che ha infestato la musica amplificata a guidare lui per creare il suo primo gruppo è stato il JPS (stili posse jaxlè) perchè il rap è l’unico mezzo adeguato per esprimere le sue emozioni, il suo dolore e la sua esperienza in un crescendo di hip-hop in Africa. Dopo la rivelazione delle band leader come PBS, 6 Suprema diventare marginale Daara J, Pee Froiss, ecc. Il suo desiderio di affermare come una celebrità si fa sentire sempre di più fino a lasciare la scuola e di essere un bravo studente, ma ancora la musica ha avuto il sopravvento su tutto. Dopo un sacco di giri senza entrare, incontra finalmente Bakary fine di creare un vero gruppo, si fa conoscere un terzo membro, Marcus e da lì è nata la GUNZ Kaddu che servirà come una punta di lancia per alcuni anni prima la carriera solista. Era stato una proposta di mandare una connessione con « IN Eyez Eyez » con un artista cantante (anima) chiamato BOGOSTYLE (che ha fatto un feat con Awad in « parola d’onore album » ndjiit) combinazione di una canzone (Ndar doomu) e quelle poche rime di 21 misure gli valse l’onore di andare in qualche festival. Il primo ebbe luogo nel luglio 2003 a Douarnenez (Bretagna) in Francia insieme a jollof Doomu e Daara j-precursori equipaggi di hip-hop africano SMILE-K che è stata presa come riferimento, e non ha condiviso il palco con loro. E il festival ha avuto l’onore di conoscere un dj francese residente a Kingston (Giamaica) denominato DJ Sherkhan che hanno cercato per vari progetti sotto l’incantesimo di talento e l’energia di questo artista K-sorriso e effettuati vari pezzi dancehall, rap e Sherkhan dubb dj che è anche uno dei produttori del suo ultimo maxi. E poi segue Afrikakeur edizione 2004, VIBE ACADEMY 2004, RAPANDAR edizione 2005, Festival Jazz di fuori di St. Louis in Senegal con i « dub diserbo un sistema sonoro internazionale di Lille (Francia), AFRICAN RIVELAZIONE edizione 2004 e quasi tutti edizioni del festival 2 H DE ROSSO (Senegal). Dopo tutte queste esperienze e la fase vitale insieme ad alcuni problemi nella sua vita privata K-SMILE nuovo si spegne di nuovo per questa volta internazionale, in particolare per la Scandinavia in Finlandia per una grande festa chiamata « maiylmaakylaasa Festival » (villaggio del mondo fest) . Oppure è andato per un tour di un mese va in giro in Finlandia in 30 giorni nelle principali città di questo paese alla fine di questa svolta verso la Francia e di nuovo in Gran Bretagna. Per un ritorno a sorpresa come ospite e il pieno carico di consegnare un meritevole live degli stadi grandi come WEMBLEY quasi eclissando gli ospiti sono stati i giocatori brasiliani previsto questa volta ha pronunciato dopo aver escluso altri concerti on demand generale della provincia di Bretagna. Dopo che è stato in esilio in Italia, dopo 3 anni di assenza ha rifatto il suo ritorno e si precipitò per un tour ripresa nel 2009. Tessitura attraverso tutta l’Italia da cima a fondo per nulla festival chance caduta, per esempio (MONDINPIAZZA Edtion 2007, 2008, 2009, 2010), e altri percorsi musicali molti ricchi. K-sorriso è tornato per davvero!