Étiquettes

,

di Serena Wiedenstritt (metropoli Repubblica)

SIENA – Permessi pronti in soli trenta giorni dalla consegna della richiesta. Ci sono riusciti all’ufficio immigrazione della questura di Siena, grazie ad un progetto pilota che presto potrebbe arrivare in altri uffici d’Italia e accorciare notevolmente i tempi di attesa per i cittadini che richiedono il rilascio o rinnovo del permesso di soggiorno. La Polizia di Stato spiega che Siena era stata selezionata dal Servizio centrale immigrazione per avviare una sperimentazione finalizzata al rilascio dei permessi di soggiorno elettronici in tempi brevissimi. I primi risultati qualche giorno fa, quando sono stati rilasciati i titoli di soggiorno a cittadini che avevano inviato il kit relativo alla richiesta di soggiorno, tramite le Poste italiane, tra il 16 ed il 18 di marzo. Titolari dei permessi alcuni cittadini extracomunitari, tra i quali numerosi gli studenti universitari cinesi. A consegnare i titoli ai giovani orientali è stato lo stesso questore di Siena, Massimo Bontempi, che durante la cerimonia ha ringraziato tutto il personale dell’ufficio immigrazione per l’impegno nella realizzazione di questo progetto. Da notare ad ogni modo che, a fronte di questa drastica riduzione dei tempi di consegna dei documenti, resta il fatto che la normativa prevede una conclusione dell’iter per il rilascio dei permessi di soggiorno elettronici in 40 giorni dalla presentazione dell’istanza. Termini che nella maggior parte dei casi e delle città italiane sono molto più lunghi. Infine, la questura di Siena, sempre relativamente ai permessi di soggiorno elettronici, offre un altro servizio per facilitare la vita di chi vuole mettersi in regola. L’elenco dei permessi di soggiorno pronti da ritirare, infatti, costantemente aggiornato, è disponibile sul web, all’indirizzo: http://questure.poliziadistato.it/Siena/articolo-6-539-1018-1.htm. Così il migrante può verificare tramite il numero di pratica assegnatogli se il proprio permesso può essere ritirato ed evitare inutili file o di doversi spostare fino a Siena per domandarlo allo sportello. (24 aprile 2009)